venerdì, dicembre 31, 2010

San Silvestro

Per finire in bellezza un ottimo 2010 non poteva mancare la tradizionale corsa di San Silvestro attorno al ring viennese. Senza tante preoccupazioni per una temperatura sottozero, 2500 corridori, tra i quali alcuni con i propri cani, hanno deciso di fare una corsettina in città, prima che iniziassero i festeggiamenti del nuovo anno. C'ero anch'io, nella foto col pettorale 539, dove ho concluso con un 139 posto

lunedì, dicembre 13, 2010

Avvento


Avvento a Vienna vuol dire candele, biscotti, caldarroste e mercatini di Natale. Cercando un po' nei dintorni è possibile trovare anche qualche breve corsa, intitolata all'avvento, con punch caldo  e biscotti all'arrivo. Come quella alla quale ho partecipato ieri a Klosterneuburg. 8,6 Km con qualche salitella e venticinquesimo al traguardo ( Risultati Adventlauf ).  Ci sono paesaggi migliori lungo i quali correre che non una tangenziale, ma se tutto il resto funziona bene, va bene lo stesso.

sabato, dicembre 04, 2010

La neve

Vienna è in pieno inverno. Il bello della neve è che si può cavalcare in bici. La foto l'ho scattata mentre andavo al lavoro.

venerdì, novembre 26, 2010

Un nuovo modo per andare al lavoro


Oggi zanino in spalla, scarpe da corsa ai piedi e via al lavoro di corsa, stile maraton des sables. Allo zaino pesante non ero abituato, così come alle attese ai semafori. Rispetto alla bici, solo una mezz'oretta in più. Arrivato in ufficio una bella doccia e via.

domenica, novembre 21, 2010

La nuova stagione

Ormai la stagione 2009/2010 è entrata in archivio e la preparazione per quella nuova è già iniziata. Una retrospettiva della stagione appena conclusa. Nel 2009 ho partecipato a due gare da 5Km con un allenamento minimo. Vienna Night Run e corsa di San Silvestro, entrambe con tempi appena sotto i 25 minuti. Nel 2010, invece, ho iniziato ad allenarmi con continuità alla corsa, con l'obbiettivo di disputare la mezza maratona di Vienna in primavera. Obbiettivo centrato con tempo di 1h:59'. Poi ho provato una gara di 10 km a Baden, terminata in 45 minuti. Tra tutte le gare disputate è stata quella più veloce.  Da lì è partita la decisione di provare la maratona il 10.10.10 a Graz. Gara terminata in 4h:32'. Nel mezzo la partecipazione alla mezza maratona di Stainz. Gara non completata per infortunio ma lo stesso classificato ai 5250 metri in 24 minuti. Per finire la stagione ho partecipato alla mezza maratona del Prater col tempo di 1h:46'.

Ora è partita la preparazione della nuova stagione, che ha come fulcro d'inizio anno, la maratona di Roma del 20 marzo 2011. Questa appena trascorsa è stata la settimana  della ripresa degli allenamenti a pieno ritmo, con tanto di test medico per ottenere il lascia passare per partecipare alla maratona. Oltre al test di idoneità, è stata anche l'occasione per parlare con lo staff medico del tipo di allenamento da svolgere in funzione alla prossima maratona in base ai test effettuati.

domenica, ottobre 24, 2010

Mezza maratona al Prater

Oggi splendida giornata autunnale a Vienna, dove ho corso la mezza maratona del Prater. Un netto miglioramento rispetto all'ultima mezza corsa in aprile. Alla fine erano 1:46:57. Qui i dettagli: http://www.pentek-timing.at/results/show_results_detail.php?v=11253&b=2&s=1093. Avere una maratona nella gambe mi ha aiutato molto a trovare subito il ritmo di gara.

sabato, ottobre 23, 2010

Le belle giornate si vedono subito

Oggi una bella giornata: mountain bike rubata e l'altra bici segata nel telaio. Dura la vita del ciclista cittadino.

domenica, ottobre 10, 2010

Maratoneta!

Terminata la mia prima maratona a Graz (classifica) Arrivo a braccia alzate. Visto le premesse di un settembre completamente a digiuno dalla corsa, sono partito tranquillo per poi forse aumentare il secondo giro. I crampi però si sono fatti sentire dal Km 24 al  Km 34, ed  è stato un calvario. La velocità, invece di aumentare, diminuiva e già pensavo al ritiro imminente. Poi d'improvviso, al Km 35, i dolori sono spariti e sono riuscito a  terminare in tranquillità. Un grande vantaggio è stato l'accompagnamento del mio amico Edi, che ha corso assieme a me dettando il tempo. Da novizio, posso dire che la maratona è una gara molto diversa da quelle fatte fino ad ora, dove non si deve andare troppo forte, ma che lo stesso riserva sorprese con dolori che vanno e poi spariscono. L'allenamento alternativo, specialmente la bici e la MTB, mi hanno aiutato a mantenere la resistenza, ma la muscolatura della gambe non  aveva condizione sufficiente.

sabato, ottobre 09, 2010

We are ready


"We are ready". Così esordiva la conferenza stampa dell'Arrigo nazionale prima di iniziare il mondiale americano del 1994. Era la vigilia della partita con l'Irlanda e sappiamo come andò a finire. La frase mi è rimasta impressa e passa perfettamente per questa mia vigilia della prima maratona. Dieci giorni di allenamenti dopo una lunga pausa, fanno tornare la fiducia. Domani si parte per Graz, ritiro del numero al pomeriggio, l'880, la classica mangiata di pasta e partenza domenica alle 10. L'obbiettivo è quello di arrivare in fondo, muscoli permettendo.

domenica, ottobre 03, 2010

Domenica

Non è domenica se non comincia con una bella corsa sotto il cielo nuvoloso e contro un vento freddo. Ancora due sessioni d'allenamento e poi posso andare a ritirare il numero di partenza. Bello riprendere a correre all'aperto senza dolori.

venerdì, ottobre 01, 2010

Si riprende a correre

Ieri ho terminato la lunga pausa forzata dalla corsa. In tutto quasi quattro settimane. Quelli di ieri sono stati 5 Km lentissimi sul tapin, ma nessun dolore al polpaccio. A 10 giorni dalla maratona una bella notizia. Per solidarietà con Contador e le sue bistecche bombate, oggi ho preso 3 confezioni di gel energetico da assumere durante la corsa. Sono al gusto di limone, come nella canzone di Carboni, ma senza fragole.

venerdì, settembre 24, 2010

Countdown

Mancano tre settimane alla maratona e sono esattamente tre settimane che non faccio un allenamento con le scarpette, se tralascio la gara a Stainz, che non era un allenamento, e una prova fatta la settimana scorsa interrotta dopo dieci minuti. C'è abbastanza spazio per perdere la calma, ma confido nell'allenamento alternativo. La bici è l'alternativa numero uno, anche se domenica scorsa  ho provato il "walk" o come si dice a Breda na caminada. Non ho fatto il passo di prendere su i bastoni da nordic walking. Lo farò quando vedrò qualcuno fare il giro della civetta in assetto da nordic walker.

mercoledì, settembre 22, 2010

Prato sul ring

Oggi pausa pranzo sul prato del ring. Normalmente è una strada a tre corsie nella city di Vienna, ma tra le due versioni, con quella di oggi non c'è paragone. Il tipo con la chitarra è un mio ex-collega, che dal software è passato alla musica.

mercoledì, settembre 15, 2010

Preparazione alla maratona

Mancano meno di quattro settimane alla mia prima maratona di Graz e non riesco a correre. L'impazienza comincia a crescere. Ieri, dopo una settimana di pausa, alzataccia alle 6 per provare a riprendere gli allenamenti. Per quindici minuti, poi la classica sensazione di morso di cane alla caviglia e rientro inevitabile camminato. Non mi rimane altro che la bici, perlomeno con quella non sento dolori. Domenica scorsa ho sostituito il long jog con 4 ore di bici. Un centinaio di Km lungo il parco naturale del Danubbio.

venerdì, settembre 10, 2010

Tornare a casa per un'altra strada

Oggi ho voluto cambiare il tipo di allenamento per la maratona. Invece della solita corsa, che al momento non posso effettuare per via di un dolore al polpaccio, sono tornato a casa in mountain bike per una via traversa. Strada fangosa e con delle salite che, per un principiante come me della MTB, erano impossibili da fare in sella (foto). Nel pezzo della foto sono salito a spinta. Risultato na bela imustaciada con tanto di blisgon nella pocia.
Percorso completo memorizzato col Gps

martedì, settembre 07, 2010

Autunno meteorologico

Oggi ho ripreso ad andare al lavoro in bici. Non ho molti chilometri da fare, un po' come andare al mercato di Casalmaggiore. La radio ha comunicato che qui a Vienna è iniziato l'autunno meteorologico. Non so bene cosa sia, ma una leggera nebbia era nell'aria e la temperatura intorno ai dieci gradi. Anche le scuole sono ricominciate, le vacanze sono proprio finite